Comune di Dorzano - Cambiare residenza

venerdì 14 dicembre 2018    
---
 
Logo Comune
 
Cambiare residenza

Il decreto-legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito in legge 4 aprile 2012, n. 35, introduce nuove disposizioni in materia anagrafica, riguardanti le modalità con le quali effettuare le dichiarazioni anagrafiche di cui all'art. 13, comma 1, letto a). b) e c), del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223, nonché il procedimento di registrazione e di controllo successivo delle dichiarazioni rese.

Le novità introdotte dai commi 1 e 2 dell’art. 5 riguardano la possibilità di effettuare le dichiarazioni anagrafiche di cui all’art. 13, C. 1, lett. a), b) e c) del regolamento anagrafico, attraverso la compilazione di moduli conformi a quelli pubblicati sul sito internet del Ministero dell’interno (e disponibili al fondo di questa pagina), che sarà possibile inoltrare al comune competente con le modalità di cui all’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000 e dell’art. 65 del Codice dell’amministrazione digitale (CAD), di cui al D.lgs. n. 82/2005, che definisce le modalità di inoltro per via telematica delle istanze.

Pertanto i cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche nei seguenti modi:

  1. direttamente all’ufficio anagrafe del Comune di Dorzano;
  2. per raccomandata, indirizzata a: Comune di Dorzano, Ufficio Anagrafe, P.zza Battistini n.4, 13881 Dorzano (BI);
  3. per fax al numero 0161 968085;
  4. per via telematica all’indirizzo mail dorzano@ptb.provincia.biella.it o tramite PEC all’indirizzo dorzano@pec.ptbiellese.it ;


Quest’ ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della Carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.


Ai sensi dell'art. 5, c. 3, del d.l. n. 5/2012, l'ufficiale d'anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni di cui all' alt. 13, c. l, lett. a), b) e c), effettua le registrazioni delle dichiarazioni ricevute, fermo restando che gli effetti giuridici delle stesse decorrono dalla data di presentazione.

Nei casi di iscrizione con provenienza da altri comuni o dall’estero di cittadini italiani iscritti all’AIRE, l’ufficiale d’anagrafe provvederà, con la massima tempestività, ad informare dell’iscrizione effettuata il comune di provenienza o di iscrizione AIRE, inoltrando a questo, ultimo i dati forniti dall’interessato, il comune di provenienza provvederà a sua volta alla cancellazione dell’interessato, con decorrenza dalla data della presentazione della dichiarazione.

Con riguardo ai cittadini di stati appartenenti alla unione europea provenienti dall’estero, l’ufficiale d’anagrafe, ha 45 giorni di tempo per effettuare gli accertamenti relativi alla dimora abituale e la verifica dei documenti attestanti la regolarità del soggiorno, mentre la verifica della regolarità del soggiorno dei cittadini extracomunitari, precede l’iscrizione anagrafica.

Alle dichiarazioni anagrafiche deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente, le quali, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.

Di seguito è pubblicata la modulistica da presentare all’Ufficio Anagrafe con le modalità sopra esposte e l’elenco della documentazione necessaria per la iscrizione anagrafica dei cittadini stranieri comunitari ed extracomunitari.


 
 
Calendario